Filtro abitacolo: a cosa serve e quando cambiarlo

Da Federico Cristalli • Pubblicato il 23 Ago 2022 in Consigli

Nessun commento

Tutti sappiamo che le nostre automobili ne hanno uno, anche se non ci interessiamo poi tanto a questo piccolo componente dell’impianto di areazione, dimenticandoci quanto sia importante cambiarlo periodicamente.

Cos’è il filtro antipolline?

Il filtro abitacolo (che viene chiamato anche filtro antipolline) ha il compito di filtrare l’aria che entra nel veicolo tramite le bocchette del sistema di areazione.

Esistono due tipi di filtri:

  • Quelli in fibra o carta, più economici, che limitano la quantità di polveri e pollini provenienti dall’esterno.
  • Quelli ai carboni attivi, più costosi, ma in grado di filtrare anche le sostanze nocive emesse dagli scarichi dei veicoli, tra i quali metalli pesanti come cadmio, cromo e vanadio, estremamente nocivi per la salute.
    In pratica, quello che siamo abituati a chiamare filtro antipolline, è un filtro “universale”, che impedisce a tutte le sostanze nocive presenti sulle strade di entrare nello spazio ristretto del nostro abitacolo causando a lungo andare danni più o meno seri per la nostra salute.

Prima di proseguire è bene precisare che il filtro abitacolo non è il filtro dell’aria, in quanto quest’ultimo (situato nel vano motore) fa parte dell’impianto di alimentazione dell’auto, e serve ad impedire che fogliame, detriti e polveri entrino nella camera di combustione, causando danni alla nostra auto.

Perché è importante sostituirlo?

Il filtro abitacolo svolge una funzione fondamentale per la nostra salute, impedendoci di respirare sostanze nocive e, come tutti i filtri, con l’andare del tempo si sporca, perdendo efficacia.

Da cosa possiamo accorgercene? Da due particolari fondamentali:

  • I vetri della macchina si appannano più facilmente: un filtro sporco ed ostruito non permette all’aria di circolare nell’abitacolo come dovrebbe.
  • L’impianto di condizionamento (sia caldo che freddo) non funziona in modo corretto, perdendo potenza a causa della quantità minore di aria che passa attraverso il filtro.

Per evitare di arrivare a questo punto, è buona regola sostituire i filtri almeno una volta l’anno, accorciando i tempi qualora:

  • Si percorrano più di 15.000 chilometri ogni anno.
  • Si utilizzi l’auto in strade particolarmente polverose, ed in presenza di un alto tasso di smog nell’aria.

Se avete un minimo di dimestichezza, potete controllare il vostro filtro anche da soli: nel manuale dell’auto troverete scritto dove si trova (solitamente sotto il parabrezza o sotto il cassetto porta oggetti) e a quel punto non vi resterà che estrarlo ed assicurarvi che non abbia assunto un colore molto scuro e non sia pieno di polveri e residui.

In linea di massima, vi conviene far effettuare questa operazione durante uno dei controlli di routine al vostro meccanico di fiducia, che procederà direttamente alla sostituzione del filtro usurato.

Da Carter-Cash abbiamo un vasto assortimento di filtri abitacolo in stock e su ordinazione. Per verificare prezzo e disponibilità del filtro che fa per te, è sufficiente cliccare qui e inserire la targa della tua macchina. In alternativa, puoi venire a trovarci in negozio e chiedere ai nostri addetti.

Notez cet article

Lasciate un commento

Il vostro indirizzo di posta elettronica non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *