Batterie: come farle durare più a lungo

Da Federico Cristalli • Pubblicato il 14 Feb 2020 in Consigli

Nessun commento

Non è facile capire quanto possa durare una batteria per auto. Le cause che portano alla perdita di voltaggio possono essere molteplici e anche la frequenza d’uso della macchina è un fattore importante.
Quello che è certo è che rimanere a piedi a causa di un malfunzionamento della batteria non è piacevole. Esistono diversi accorgimenti che ci consentono di assicurare una vita più lunga alla nostra batteria: si tratta di piccole manutenzioni ordinarie, alla portata di tutti (anche chi non è esperto di elettromeccanica). Andiamo a vederle insieme.

1) Quando sei fermo con l’auto, spegni sempre luci e radio

Questo primo suggerimento risulta addirittura banale: tutti sanno che lasciare le luci e la radio accese quando la macchina è spenta, eppure questa dimenticanza è tra le principali cause che provocano lo scaricarsi delle batterie. Qui vi raccomandiamo: luci e radio sempre sente a veicolo fermo. Con questa accortezza la batteria della vostra auto si scaricherà con maggiore difficoltà!

2) Controlla gli elettroliti della batteria

Gli elettroliti della batteria funzionano con efficacia solo quando sono immersi in acqua distillata. Precisamente 1 centimetro sotto la parte superiore del catodo.

Per varie ragioni il livello dell’acqua potrebbe scendere esponendo la parte metallica all’aria aperta che ne causa il danneggiamento in pochi giorni. Per questo, circa una volta ogni 3 o 4 mesi ti consigliamo di effettuare un controllo dei livelli d’acqua.

Se non ti senti sicuro a operare personalmente sulla batteria, non rischiare: porta la macchina dal tuo meccanico di fiducia per un controllo. Spesso questa manodopera è gratuita ed è sempre molto rapida.

Specifichiamo inoltre che molte batterie sul mercato sono sigillate, dunque non sottoposte né a questo rischio di diminuzione del liquido né di conseguenza alle problematiche degli elettroliti.

3) Procurati un caricabatterie

Può capitare di avere in casa una macchina inutilizzata per qualche mese. Magari ti sei trasferito per un periodo piuttosto lungo per lavoro, o magari hai una seconda macchina che utilizzi solo per le occasioni speciali. Ovviamente è consigliabile fare in modo che la macchina non rimanga troppo tempo a motore spento. Il rischio, in questi casi, è che al momento di riutilizzare il veicolo fermo da un po’, la batteria di quest’ultimo sia da cambiare poiché non più ricaricabile. Come evitare che accada questo?

Puoi trovare un amico o un parente che tenga l’auto in movimento per almeno 20 minuti, una volta alla settimana. In questo modo la batteria si manterrà sempre carica.

Oppure, acquista un caricatore di batteria che aiuta a conservare un voltaggio ottimale.

4) Evitare di esporre la batteria a temperature eccessivamente alte o basse

È una regola fondamentale per tutti i tipi di batterie, e quella dell’auto non fa eccezione. Se vivi in posti particolarmente caldi o freddi, è necessario che tu protegga la batteria con una copertura termica, che è in grado di proteggere la batteria dai picchi di temperatura alti e bassi.

5) Terminali sempre ben puliti

Cosa sono? Stiamo parlando di quei contatti elettrici con i quali è possibile caricarla inserendo lo spinotto rosso e nero. Nonostante nel tempo siano, inevitabilmente, soggetti a corrosione, esiste un modo per ritardare questo processo: pulire i terminali attentamente almeno una volta al mese.

Questi 5 punti sono dei consigli per far durare la batteria un po’ più a lungo. La manutenzione è molto importante per la buona salute dell’automobile e di tutte le sue componenti. Tuttavia, occorre ricordarsi che niente è eterno: la durata di una batteria può andare dai 3 ai 5 anni, per questo quando arriva il terzo/quarto anno di età è consigliabile prestare attenzione al livello di carica della batteria e pensare eventualmente a una sostituzione. 

Prendersi cura delle batterie e allungare la loro vita è importante anche per l’ambiente. Essendo oggetti molto inquinanti è bene dare loro una vita più lunga possibile. Per questo noi ci impegnamo a raccogliere le batterie usate dei nostri clienti, al momento dell’acquisto di quella nuova, per destinarle a un processo di “rigenerazione” che dona una seconda vita. Un’economia circolare animata da un’unica missione: essere più green per noi e per il nostro pianeta!

Lasciate un commento

Il vostro indirizzo di posta elettronica non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *